I Rifiuti

I quantitativi di rifiuto urbano residuo alla raccolta differenziata (RUR) prodotto in Provincia di Torino nel corso del 2012 nei vari consorzi di bacino ammontano complessivamente a 512.187 tonnellate (dato ATO-R), il 4% in meno rispetto alla produzione di RUR del 2011.

Tali quantitativi sono così ripartiti:

  • rifiuti smaltiti nelle discariche dell’Ambito: 446.080 t;

  • rifiuti avviati a pretrattamento: 56.759 t

  • terre da spazzamento stradale avviate a recupero: 9.349 t.

 

CONSORZIO/AZIENDA

Produzione RUR [t]

RUR
direttamente a discarica 
[t]

RUR avviato a pretrattamento
[t]

Terre da spazzamento avviate a recupero
[t]

ACEA

29.600

20.132

8.962

506

ACSEL

21.254

17.310

2.689

1.254

BACINO 16

41.452

41.366

 

86

TORINO

261.595

215.872

44.107

1.616

CIDIU

47.845

47.667

 

178

SCS

16.597

15.742

 

856

CCS

14.368

13.401

 

966

CISA

18.678

18.369

 

309

COVAR14

38.819

35.319

 

3.500

ASA

21.980

20.902

1.001

77

TOTALE AMBITO TORINESE

512.187

446.080

56.759

9.349

 

 

 grafrifiuti

 

 

La programmazione degli impianti di trattamento e smaltimento finale dei rifiuti urbani è competenza della Provincia di Torino. Il documento di programmazione attualmente vigente (PPGR2006) prevede la realizzazione di un impianto di termovalorizzazione a servizio della zona sud (l’impianto del Gerbido), individuando quale bacino di riferimento per tale impianto l’intera zona sud della Provincia di Torino e precisamente i consorzi di bacino:

  • Bacino 12 - ACEA Pinerolese

  • Bacino 13 - CCS

  • Bacino 14 - Covar 14

  • Bacino 15 - CADOS

  • Bacino 18 – Torino

 

cart

L’Associazione d’Ambito per il Governo dei Rifiuti (ATO-R) è l’ente di governo dell’ambito territoriale ottimale della provincia di Torino che, ai sensi della L.R. 24/02 e del D.lgs. 152/06 e s.m.i., esercita l’attività di regolazione del sistema di gestione integrata dei rifiuti urbani.

Il Piano d’Ambito (PdA), redatto da ATO-R, è lo strumento di attuazione della programmazione provinciale, attraverso il quale vengono determinati gli obiettivi da perseguire per garantire la gestione del sistema dei rifiuti secondo criteri di efficienza, di efficacia, di economicità e di trasparenza. 

Convocazioni

  • *** Spostato a Torino il Comitato del 29 gennaio. *** +

    Per motivi tecnici e logistici legati anche alla presenza del Dott. Alimonti dell'Istituto Superiore di Sanità proveniente da Roma, la Read More
  • 1